Ambiente & risorse

Ambiente & risorse

Bonifiche ambientali e gestione rifiuti.

Impegno e professionalità al servizio dell’ambiente.

Coronavirus: la prevenzione nei luoghi pubblici

La propagazione del contagio da coronavirus è al centro delle cronache mondiali degli ultimi mesi. La sua propagazione in Italia, sta proiettando l’attenzione collettiva su come prevenire la diffusione dell’epidemia, specie in ragione del suo elevatissimo grado di trasmissibilità.

I principali rischi pandemici si concentrano nei luoghi di sosta o transito per consistenti masse di popolazione. Aree pubbliche quali ospedali, aeroporti, uffici, ristoranti, palestre e mezzi di trasporto.

Misure preventive sui luoghi pubblici

L’emergenza coronavirus porta all’obbligo, gravante sulle attività, di tutelare i dipendenti, ma anche i clienti, dal “rischio biologico”. Tale rischio ricorre qualora l’attività lavorativa comporti la possibile esposizione a un “agente biologico”, ossia qualsiasi microorganismo potrebbe provocare infezioni, allergie o intossicazioni.

Visto l’avanzare attualmente della circolazione del coronavirus sul nostro territorio nazionale al di là delle comuni misure preventive come cura dell’igiene della persona, attenzione nel tenersi distanti da persone con sintomi influenzali), si ritengono necessarie altre misure preventive volte ad assicurare la salubrità degli ambienti: come l’accurata pulizia degli spazi e delle superfici con appositi prodotti igienizzanti.

Al momento non è nota la carica virale dei coronavirus su superfici inanimate ma, in situazione di epidemia, per ridurre la diffusione di questo virus, è fondamentale diminuire la carica virale sulle superfici mediante disinfezione, in particolare delle superfici frequentemente toccate dal pubblico dove si può concentrare la massima carica virale.

In letteratura diverse evidenze hanno dimostrato che i Coronavirus, inclusi i virus responsabili della SARS e della MERS, possono persistere sulle superfici inanimate in condizioni ottimali di umidità e temperature fino a 9 giorni. Un ruolo delle superfici contaminate nella trasmissione intraospedaliera di infezioni dovute ai suddetti virus è pertanto ritenuto possibile, anche se non dimostrato.

Allo stesso tempo però le evidenze disponibili hanno dimostrato che i suddetti virus sono efficacemente inattivati da adeguate procedure di sanificazione che includano l’utilizzo di disinfettanti di uso ospedaliero, quali ipoclorito di sodio (0.1% -0,5%), etanolo (62-71%) o perossido di idrogeno (0.5%), per un tempo di contatto adeguato.

Attività di disinfezione delle superfici e dei locali a rischio diffusione coronavirus in Sardegna.

L’azienda Ambiente e Risorse Srl, leader nel settore delle bonifiche ambientali e delle sanificazioni speciali, offre il servizio di disinfezione ambientale che comprende:

  • Superfici
  • Arredi, macchinari e attrezzature
  • Ambienti

La sanificazione avviene mediante l’aerosolizzazione di prodotti disinfettanti riconosciuti dal Ministero della Salute e classificati come presidi medico-chirurgici. L’aerosolizzzione del composto disinfettante permette di saturare l’ambiente e disinfettare qualunque superficie e oggetto presenti, amplificando l’effetto di disinfezione, a garanzia di un risultato di abbattimento totale di virus e batteri.

Verranno sanificate con particolare attenzione tutte le superfici toccate di frequente, quali superfici di muri, porte e finestre, superfici dei servizi igienici e sanitari ecc… dove si può concentrare la massima carica virale.

Le operazioni di disinfezione verranno eseguite da operai specializzati coordinati da tecnici qualificati. Offriamo servizi di disinfezione ambientale in tutta la Sardegna.

Richiedi una consulenza o un preventivo gratuito. Contattaci in questa sezione!

Ti è piaciuto quest’articolo? Seguici su Facebook e non perdere i nostri aggiornamenti!

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Leggi anche: